Power Yoga: flussi dinamici per allenarsi e ricaricare le batterie

Power-Yoga-Dynamic-flussi-to-work-out-and your-batterie-ricarica-

Allenati invece di scendere: il Power Yoga è dinamico e potente. I flussi esigenti attirano i partecipanti fuori dalla loro zona di comfort. Scopri se il Power Yoga è la pratica giusta per te.

Sommario

Sei attratto dal yoga mat , ma gli esercizi di respirazione, la meditazione e i mantra ti scoraggiano? Allora Power Yoga potrebbe essere la cosa giusta per te.

Vi sveliamo cosa c'è dietro il moderno stile yoga, quali effetti possono avere i flussi sul corpo e sulla mente e cosa vi aspetta in un'ora.

Cos'è il power yoga?

A differenza degli stili tradizionali come hatha e yin, il power yoga non viene dall'India ma dagli Stati Uniti. La pratica è diventata nota grazie all'insegnante di yoga Bryan Kest.
Ispirato allo stile Ashtanga, l'attenzione si concentra su esercizi fisici dinamici che richiedono resistenza e forza.

I rituali spirituali come la meditazione o il canto non hanno posto nel Power Yoga. La pratica dello yoga secondo Kest è sinonimo di solida saggezza e ambizione sportiva. Lo stile yoga dovrebbe funzionare e aiutare i praticanti a ricaricare le batterie.

Rispetto al rigoroso Ashtanga, il Power Yoga è molto meno antidogmatico. Ogni insegnante mette insieme un'ora individualmente. Il partecipante decide la velocità e l'intensità.

Effetto e benefici

Anche se il power yoga differisce dagli stili di yoga classici in molti aspetti, un elemento rimane lo stesso: la respirazione e il movimento dovrebbero essere in armonia.

Gli effetti di questa sincronizzazione in connessione con la pratica dinamica:

  • Vengono allenati il ​​coordinamento e la capacità di concentrazione
  • Resistenza, forza e flessibilità sono migliorate
  • La fascia è allentata e il corpo è meglio fornito di sostanze nutritive
  • La mente diventa più calma e può lasciar andare i pensieri stressanti

Per chi è Power Yoga?

È vantaggioso avere un certo livello di fitness di base se si desidera iniziare con il Power Yoga. Ma anche senza una conoscenza precedente, come principiante dello yoga, otterrai il valore dei tuoi soldi.

Il prerequisito è che sei pronto a lasciare la tua zona di comfort e iniziare a sudare.

Soprattutto per gli (aspiranti) yogi che vogliono essere più attivi fisicamente che mentalmente, il power yoga è la cosa giusta. La pratica moderna può anche essere un primo passo per familiarizzare con la scena dello yoga.

Ti potrebbero piacere anche questi tipi di yoga

Il Power Yoga è strettamente correlato al Vinyasa Yoga. La pratica difficilmente differisce, ma è un po 'più spirituale. Quindi, se desideri un lavoro più intellettuale, Vinyasa può essere l'indirizzo giusto.

Se il power yoga è troppo libero e mutevole, dovresti provare l'Ashtanga Yoga. Le stesse sequenze di esercizi ti aspettano qui, almeno altrettanto dinamiche e potenti, ma più rigorose.

Cosa puoi aspettarti in una lezione di power yoga?

Una lezione di power yoga è solitamente un po 'più breve delle lezioni di yoga tradizionali. Dura in media 45 minuti.

L'allenamento è suddiviso in diverse parti: Durante il “riscaldamento” vengono praticate ben note asana come il saluto al sole. Nella "Parte principale" l'insegnante specifica un flusso dinamico. La lezione si conclude con un "defaticamento", una sequenza di rilassamento.

Questi esercizi sono caratteristici

Il saluto al sole è un classico asana che difficilmente manca in una lezione di power yoga. A seconda dell'insegnante, la sequenza è a volte lenta e potente, a volte veloce e dinamica. Di solito fa parte del programma di riscaldamento.

  1. Mettiti in posizione larga per tutta la vita, tendi lo stomaco, abbassa le spalle e avvicina i palmi delle mani al petto.
  2. Inspirare, spostare le mani sui lati verso il soffitto e fasciare i palmi sopra la testa.
  3. Espira, vieni avanti e metti le mani sul pavimento.
  4. Inspirate, raddrizzatevi in ​​modo che la schiena sia dritta. Rilascia le mani dal pavimento.
  5. Espira, riporta le mani sul pavimento e salta su una tavola alta con i piedi all'estremità del tappetino.
  6. Inspira, abbassa lo stomaco, metti le mani vicino al petto e inclina il busto all'indietro: entra nel cobra.
  7. Espira, allunga braccia e gambe, spingi i glutei verso il soffitto. Rimani nel cane che guarda in basso per alcuni respiri.
  8. Inspira, vieni all'estremità anteriore del tappetino con entrambi i piedi.
  9. Espirare e far flettere il busto.
  10. Inspirare, raddrizzare e portare i palmi delle mani sui lati verso il petto.

Articoli correlati:

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *